03 ottobre 2013, Cristianesimo e nuovi Modelli di economia, appuntamento da non perdere

SponsorVerona

 

.

 

Non è vero ciò che è cristiano, è cristiano ciò che è vero.

demariacdx

 

Proprio a partire da  questo aforisma che abbiamo sentito moltissime volte pronunciato  da T. Demaria e che rappresenta “traduzione” del titolo dell’enciclica “Caritas in Veritate” nasce  l’incontro

Cristianesimo e Nuovi Modelli di Economia

Si tratta di  un incontro importante perché per la prima volta da tanti anni viene proposto un modo di essere laici cristiani scientificamente fondato.

Perché  questo non è un convegno che espone uno dei tanti punti di vista?

Intorno a noi ci sono infiniti tentativi in questo senso, spesso riusciti anche dal lato economico. In più di tutto questo c’è la nuova base teorica, in cui metafisica e teologia lavorano insieme utilizzando lo strumento della metafisica realistico integrale tanto per il “lato di Cesare” come  per “il lato di Dio”, per la prima volta dopo tanti anni.

é cristiano ciò che è vero

Di seguito potete consultare il contenuto dell’evento che offre uno sguardo e una proposta  integrale  dalla teologia all’economia passando dalla dottrina sociale cristiana riempiendo così per intero ogni dimensione della nostra vita [1].

 

03 OTTOBRE ORE 17:30
auditorium  Cattolica Assicurazioni,Via Lungadige Cangrande Verona

 

Mons. Giancarlo Grandis, vicario episcopale della diocesi di verona per la cultura, università e il sociale
il fedele non resta a guardare
introduzione alla serata sulle responsabilità dei cristiani

Mons. Lorenzo Leuzzi, vescovo ausiliare di Roma per la pastorale universitaria.
dalla fede religiosa alla fede teologale
la specifica della fede cristiana chiamata a confrontarsi con la nuova situazione sociale, introduzione alla Lumen Fidei

Prof. Stefano Fontana, direttore del centro Van Thuan e di Vita Nuova.
Il compito della metafisica secondo Caritas in Veritate
la metafisica alla radice di una nuova cultura per un nuovo modello di sviluppo

Dott. Alberto Cetti, manager di Arredoluce.
La legge della domanda ed offerta Dinontorganica
un dinamismo ontologico e organico come fondamento di una prassi aziendale

Modera prof. Emmanuele Morandi, docente di sociologia dell’università di Verona, preside Istituto filosofico di studi tomistici di Modena

Seguirà un momento conviviale per tutti perciò vi preghiamo di

COMUNICARE LA VOSTRA PRESENZA ATTRAVERSO UNA  e-mail a inprincipioeralaluce@arredoluce.it

Ci sono tanti motivi per spendersi personalmente per questa occasione, alcuni interni altri esterni.

è cristiano ciò che è vero

ma la verità, in questo mondo dinamico profano, non basta scoprirla occorre anche comunicarla, certi che poi si mostrerà da sè. Ma, di nuovo, essa  ma lo potrà fare esclusivamente attraverso una struttura socio economica che la promuove.

Perciò diamoci da fare, iscriviamoci numerosi e portiamo nuovi amici.

 

[1] «31. Questo significa che le valutazioni morali e la ricerca scientifica devono crescere insieme e che la carità deve animarle in un tutto armonico interdisciplinare, fatto di unità e di distinzione. La dottrina sociale della Chiesa, che ha « un’importante dimensione interdisciplinare » [77], può svolgere, in questa prospettiva, una funzione di straordinaria efficacia. Essa consente alla fede, alla teologia, alla metafisica e alle scienze di trovare il loro posto entro una collaborazione a servizio dell’uomo. È soprattutto qui che la dottrina sociale della Chiesa attua la sua dimensione sapienziale. Paolo VI aveva visto con chiarezza che tra le cause del sottosviluppo c’è una mancanza di sapienza, di riflessione, di pensiero in grado di operare una sintesi orientativa [78], per la quale si richiede « una visione chiara di tutti gli aspetti economici, sociali, culturali e spirituali » [79]. L’eccessiva settorialità del sapere [80], la chiusura delle scienze umane alla metafisica [81], le difficoltà del dialogo tra le scienze e la teologia sono di danno non solo allo sviluppo del sapere, ma anche allo sviluppo dei popoli, perché, quando ciò si verifica, viene ostacolata la visione dell’intero bene dell’uomo nelle varie dimensioni che lo caratterizzano. L’«allargamento del nostro concetto di ragione e dell’uso di essa » [82] è indispensabile per riuscire a pesare adeguatamente tutti i termini della questione dello sviluppo e della soluzione dei problemi socio-economici.»

Benedetto XVI,CARITAS IN VERITATE,Libreria Editrice Vaticana,2009 Roma,Capitolo secondo 3.LO SVILUPPO UMANO NEL NOSTRO TEMPO

 

Ringraziamo per la collaborazione all’evento

arredoluce

 

Arredoluce

 

Gruppo Cattolica AssicurazionicattolicaAssicurazioni

 

Progetto Culturale della Diocesi di VeronaProgetto_Culturale_Diocesi

 

Università Pontificia Salesiana,Nottolina FF NUOVA

 

Compagnia delle Opere VenetoCompagniaDelleOpere

 

MID e Nuova CostruttivitàMID

Condividi:

Questa voce è stata pubblicata in Eventi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *